Vacanze in Val Senales, tra ghiacciai e frutteti

La Val Senales presso Merano (in provincia di Bolzano) è lunga solamente 25 km ma è ben più varia di quasi tutte le altre valli dell’Alto Adige. In pochi chilometri racchiude infatti meleti, vigneti e un ghiacciaio alpino d’alta quota. Proprio qui si trova il luogo di ritrovamento del leggendario Ötzi e, sempre qui, vi attendono i masi contadini più alti di tutto l’Alto Adige, un lago artificiale, meravigliosi boschi di larici e divertimento sfrenato sulla neve per tutto l’anno!

Quali sono i migliori motivi per trascorrere
le vacanze nella Val Senales?

  • Un’incredibile varietà: dai meleti al ghiacciaio
  • Quiete e autenticità
  • Area escursionistica di una bellezza unica
  • Luogo di ritrovamento di Ötzi, l’Uomo venuto dal ghiaccio
  • Piste aperte dall’inizio dell’autunno fino a primavera inoltrata
Vacanze in Val Senales

Quali sono gli alloggi più popolari
nella Val Senales, in Italia?

Alloggi per categoria

Una breve panoramica sul comune di Senales

In questa sezione potete togliervi qualche curiosità sulla Val Senales. Scoprirete, ad esempio, quanti abitanti hanno la valle e il comune di Senales, a quale altitudine si estende la valle, e anche quanto si spende per una pizza o un caffè a Senales e dintorni.

Quanti abitanti ha Senales?
Al 31/12/2019: 1.247 abitanti

A che altitudine si trova Senales?
Le località del comune di Senales si trovano tra 1.245 – 2.9011 m di altitudine. Il comune si estende però da 500 fino ai 3.624 m di altitudine.

Come si chiama Senales in tedesco?
Il nome in tedesco è Schnals.

Quali sono le sue frazioni?
Le frazioni di Senales sono: il paese principale Madonna, Certosa, Monte Santa Caterina, Maso Corto e Vernago.

Quali sono i comuni limitrofi?
I paesi limitrofi sono Naturno, Castelbello-Ciardes, Parcines, Laces, Silandro e Malles, così come Sölden in Austria.

Qual è il codice di avviamento postale (CAP) di Senales?
Il CAP di Senales è: 39020

Qual è il prefisso di Senales?
Il prefisso telefonico di Senales è: 0473

Quanto costa una pizza con bibita?
Una pizza con bibita costa circa 8,40 €.

Quanto costa un caffè espresso in un bar?
Un espresso costa circa 1,20 €.

Quanto costa una birra in un bar?
Una birra da 0,33 cl costa circa 2,90 €.

Quanto costa un litro di gasolio?
Un litro di gasolio costa circa 1,30 € – rilevazione a giugno 2020.

Quanto costa un litro di benzina senza piombo?
Un litro di benzina senza piombo costa circa 1,41 € – rilevazione a giugno 2020.

Tutti i prezzi e le informazioni sono puramente indicativi.

Qual è il periodo migliore per trascorrere
le vacanze nella Val Senales?

Estate e inverno… sono sicuramente questi i periodi dell’anno migliori per trascorrere una vacanza in Val Senales. Impossibile resistere al richiamo della natura: sentieri escursionistici ben segnalati, a un’altitudine che varia tra i 500 e i 3.200 metri, pittoresche malghe dove il tempo sembra essersi fermato e maestose vette oltre i 3.000 metri. Venite a respirare l’aria pura e cristallina di montagna, durante una piacevole escursione o un’ambiziosa scalata. E chi nutre un’incontenibile passione per lo sci, può raggiungere il ghiacciaio della Val Senales già in settembre, quando si apre la stagione sciistica, e approfittarne fino a primavera inoltrata, perché qui si scia addirittura fino a maggio! Iniziate a sognare ad occhi aperti!

Il clima a Merano e dintorni
Volete saperne di più sul clima in Val Senales e dintorni?
Cliccate qui per vedere la tabella climatica.
Volete sapere che tempo farà in Val Senales?
Cliccate qui per sapere le attuali condizioni meteo previsioni del tempo.

Le temperature in Val Senales

MeseGenFebMarAprMagGiu
Valore
massimo (C°)
358121621
Temperatura
media (C°)
-11481116
Valore
minimo (C°)
-4-4-13611
MeseLugAgoSetOttNovDic
Valore
massimo (C°)
2222181495
Temperatura
media (C°)
1717131052
Valore
minimo (C°)
1212851-2

Cosa si può fare nella Val Senales?

Cose da vedere

L’Archeoparc Val Senales

Val Senales

Se cercate una meta molto speciale, non perdetevi il parco archeologico didattico Archeoparc Val Senales a Madonna di Senales, capoluogo della valle. Qui, grandi e piccini possono fare un tuffo nel passato a cinque mila anni fa e scoprire la vita di Ötzi, esplorare il suo habitat e cimentarsi in tante spassose attività, come preparare del buon pane, tirare con l’arco o navigare. Merita indubbiamente una visita anche il museo, con fedelissime riproduzioni degli utensili e degli abiti di Ötzi.

Orari di apertura
Pasqua – Ognissanti (tutti i giorni):
dalle ore 10.00 alle ore 17.00
Chiuso: 15.06. – 27.06.2020

Chiesa Santuario Madonna di Senales

Madonna di Senales

Nel 2004 è stato celebrato il 700° anniversario del Santuario della Madonna di Senales. Già nel 1765, dato il crescente flusso di pellegrini, la chiesa originaria fu ristrutturata e ampliata in stile barocco sotto la direzione dell’architetto Schiestl di Bolzano. A questo periodo risalgono tutti gli altari, le pale d’altare e le statue.

L’abbazia di Allerengelberg

Monte S. Caterina in Val Senales

L’Abbazia di Allerengelberg fu fondata nel lontano 1326 dai monaci Certosini, proprio dietro al paesino di Monte S. Caterina, nell’attuale località di Certosa. L’abbazia venne chiusa nel 1782 e l’edificio fu gradualmente adibito ad uso residenziale. Ancora oggi, attraversando Certosa, si possono riconoscere le mura e l’ingresso del monastero. E senza rendersene conto, ci si ritrova già all’interno della suggestiva ex abbazia. Consigliamo vivamente di visitare Certosa e l’abbazia nei mesi estivi: in questo periodo, ogni settimana è possibile partecipare a un tour guidato o visitare qualche mostra di rinomati artisti altoatesini nel chiostro dell’ex monastero.

Distanza da Madonna: 4,8 km

Maso storico e biologico Oberniederhof

Val Senales

Le pareti del maso Oberniederhof sono intrise di storia, una storia lunga ben 700 anni. Il maso storico si trova a Madonna di Senales, è sotto tutela delle Belle Arti ed è gestito dalla famiglia Tappeiner. Il negozio del maso offre prodotti biologici, tra cui latte, formaggio, carne e i tipici salamini affumicati tirolesi. Durante una visita guidata attraverso i 700 anni di storia del maso, è incredibilmente interessante scoprire i metodi di lavoro di ieri e di oggi, come avviene l’allevamento dei diversi animali e la produzione di latte. Naturalmente, non può mancare una degustazione dei prodotti del maso.

Orari di apertura
fine marzo – inizio novembre
visite guidate ogni lunedì e mercoledì
su prenotazione direttamente presso il maso Oberniederhof:
Tel. +39 0473 669685

Punto di ritrovamento di Ötzi

Val Senales

Ed ecco una bella sfida dedicata agli sportivi più audaci: la piramide di pietra sul luogo del ritrovamento di Ötzi. L’escursione è riservata ad alpinisti con esperienza. Ogni martedì si svolgono escursioni guidate e tour di sci alpinismo, i cosiddetti “Ötzi Glacier Tour”. Per l’iscrizione potete rivolgervi all’Ufficio Turistico Val Senales (tel. +49 0473 679148). L’escursione dura circa 8 ore.

Castel Juval

Val Senales

Il castello medievale troneggia su un promontorio roccioso alle porte della Val Senales e dal 1983 appartiene a Reinhold Messner. Oltre alle stanze in cui vive la famiglia Messner, il castello ospita anche uno dei sei Messner Mountain Museum, dedicato al mito della montagna. Il museo custodisce, tra l’altro, una preziosa collezione di maschere provenienti dai cinque continenti e di cimeli tibetani, una raccolta di dipinti con vedute delle grandi montagne sacre di tutto il mondo e, nei sotterranei, le attrezzature usate da Reinhold Messner nelle sue spedizioni. La ciliegina sulla torta è una nutrita biblioteca dove potrete nutrire la vostra fame d’avventura.

Distanza da Madonna di Senales: 16,6 km

Contatto:
Castel Juval
I – 39025 Castelbello
Tel. +39 348 4433871

Stazione d’intrattenimento a Stava

Stava / Naturno

Un vero must, e non solo per gli appassionati di treni & co.! È la stazione di intrattenimento a Stava, vicino a Naturno. Qui i visitatori potranno percorrere oltre 800 m di rotaie su piccoli treni elettrici, diesel o a vapore, oppure provare l’ebbrezza di un’avventura a bordo di una “draisina”, un antico mezzo di trasporto a pedali, lungo un tratto di circa 500 m. Nella stazione troverete anche due vagoni postali della Ferrovia Retica: in uno è stata allestita una mostra, mentre l’altro offre spuntini e bevande. Il vero highlight? L’originale mini-locomotiva a vapore Waldenburg Schweiz.

Distanza da Madonna di Senales: 16,8 km

Orari di apertura
Ogni domenica dalle ore 14.00 – 18.00
nel periodo maggio – ottobre

I Giardini di Castel Trauttmansdorff & Touriseum

Merano

Tutti gli anni, a partire dal 1° aprile, i Giardini di Castel Trauttmansdorff fioriscono e germogliano in tutto il loro splendore. Tulipani, narcisi, papaveri d’Islanda, rose, giacinti, alberi di limone, aranci… Su una superficie di 12 ettari potrete ammirare una grande varietà di specie botaniche, che vi lascerà senza fiato. E naturalmente non può mancare una sosta al Touriseum, il museo del turismo, ospitato direttamente all’interno di Castel Trauttmansdorff.

Distanza da Madonna di Senales: 36,9 km

Inizio della stagione dei giardini: 29.05.2020

Museo della macchina da scrivere Peter Mitterhofer

Parcines

Il Museo della macchina da scrivere, dedicato al suo scopritore, Peter Mitterhofer, si trova a Parcines. Mitterhofer, nato appunto nella località altoatesina nel 1822, iniziò a sviluppare i primi modelli nel 1864. Nel 1993, centenario della morte dell’inventore, a Parcines è stato inaugurato un museo dove oggi è possibile ammirare 2.000 esemplari, fra i quali anche la “Malling Hansen” del 1867, una delle macchine da scrivere più preziose di sempre.

Distanza da Madonna di Senales: 24,6 km

Orari di apertura
01.04 – 31.10.2020
lun: ore 14.00 – 18.00
mar – ven: ore 10.00 – 12.00 / 14.00 -18.00
sa: ore 10.00 – 12.00
novembre – marzo
mar: ore 10.00 – 12.00

Castel Tirolo

Tirolo

Mentre trascorrete le vostre vacanze in Val Senales, non perdete l’occasione di visitare il Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano ospitato all’interno delle mura storiche di Castel Tirolo, con le sue eccezionali esposizioni che spaziano dall’età della pietra all’epoca moderna. Qui potrete ammirare anche la maestosa Sala dei Cavalieri e uno splendido torrione. E anche solo la vista sul bacino di Merano che si può ammirare dalle antiche finestre è una vera e propria esperienza, tutta da vivere!

Distanza da Madonna di Senales: 37,6 km

Orari di apertura
20 maggio – 8 dicembre 2020
ore 10.00 – 17.00
Giorno di riposo: lunedì
Aperture straordinarie:
Lunedì 07.12.2020

Le escursioni

Al maso Gelato in Val di Fosse

Partendo dal ristorante Vorderkaser si procede inizialmente lungo l’Alta Via di Merano, in lieve pendenza, verso l’interno della valle, che in un primo tratto si presenta alquanto stretta, per aprirsi poi dopo un’ora buona di cammino – con una vista migliore sul Gruppo di Tessa e sui pascoli. Attraversando la Val di Fosse si arriva alla malga Rableid, continuando poi, per lo più in assenza di pendenza, fino al maso Gelato. Gli avvistamenti di marmotte e camosci sono comuni in quest’area. Si rientra lungo lo stesso percorso dell’andata.

Alla malga Mastaun

Da Madonna di Senales (piazza della chiesa) seguire il percorso contrassegnato con il segnavia 17 (malga Mastaunalm), attraversando pendii boscosi e salendo in lieve pendenza a quota 1.643 m fino al maso Mastaun. Da qui, sempre percorrendo lo stesso sentiero, si procede per la malga Mastaun (1.810 m). Si scende lungo lo stesso itinerario della salita.

Giro del Lago di Vernago

L’escursione – molto apprezzata – intorno al lago artificiale di Vernago inizia in prossimità della piccola cappella della località omonima. Si segue il sentiero forestale n. 13b fino oltre il lago, attraversando il ponte sospeso sul Rio Senales e proseguendo lungo la riva destra, rientrando alla diga sul percorso 13a. Superata quest’ultima si torna al punto di partenza. Una piccola curiosità: da luglio 2019 esiste un nuovo percorso Zipline con 3 carrucoloe – lunghezza massima 700 metri.

Alla baita Lazaun

Partendo da Maso Corto, imboccare il sentiero circolare Hasenkofel 1 e seguire verso nordovest il corso del Rio Senales. Dopo circa un’ora di cammino, si attraversa il torrente, procedendo in direzione sudovest, verso Fossalunga. In corrispondenza delle indicazioni del percorso, imboccare il sentiero 11A, che conduce lungo il Rio Fossalunga all’Alpe di Lazaun e alla Baita Lazaun (2.427 m). Per rientrare a Maso Corto, si può optare per lo stesso percorso dell’andata o scendere sul sentiero n. 11 dalla baita Lazaun.

Giro della Croda delle Cornacchie

Con la funivia si arriva alla stazione a monte, situata a quota 3.212 m. Da qui si segue il segnavia n. 8 in direzione est, salendo alla Croda delle Cornacchie (3.251 m). Una volta giunti in cima, si procede dapprima verso est, poi in direzione sud, scendendo nella Valle Finale. Lungo il sentiero archeologico n. 8 si arriva al Lago di Finale e quindi alla malga omonima. Si attraversano la valle e il Rio di Finale, per poi imboccare al bivio successivo il sentiero n. 7, che si dirige verso nordovest, fino all’incrocio con il percorso n. 5. Svoltare quindi a destra e scendere alla stazione a valle della funivia della Val Senales.

Alla Cima del Dosso

Attraversare la diga di sbarramento del lago artificiale di Vernago e procedere in salita sul sentiero n. 17 verso sud, raggiungendo la malga Waldinger (la struttura non è abitata), situata a quota 1.933 m. Da qui, si sale fino al limite della vegetazione, proseguendo lungo pendii spogli in direzione della cresta settentrionale della Cima del Dosso. Un sentiero ben segnalato vi porterà alla croce di vetta, a 2.719 m di altitudine. Dalla cima si rientra sul percorso 17A, per un breve tratto in direzione ovest, e poi verso sud fino al torrente Mastaun, verso l’imbocco della valle verso la malga e il maso Mastaun. Continuare lungo la via di accesso verso l’uscita della valle, fino a imboccare il sentiero n. 15, che devia sulla sinistra. Seguendo quest’ultimo, in lieve pendenza, si sale nuovamente al lago artificiale.

Al Rifugio Petrarca

Partendo dal parcheggio a pagamento di Casera di Fuori, si inizia l’itinerario seguendo il percorso naturalistico “Vivere le Malghe”/Alta Via di Merano (n. 24) in direzione dell’interno della valle, oltrepassando le malghe Casera di Mezzo e Rableid fino al maso Gelato, situato a 2.076 m di altitudine. Il sentiero conduce poi al Passo Gelato (2.895 m). Si sale lungo i tornanti, che portano in soli 15 minuti di cammino al Rifugio Petrarca, poco sotto il passo. Per rientrare a Casera di Fuori occorre seguire lo stesso percorso della salita. In alternativa, l’escursione può proseguire dal Rifugio Petrarca in direzione della Val Passiria: lungo i sentieri n. 8 e 24, si arriva alla Malga di Lazins e poi a Plan, rientrando infine con l’autobus di linea che passa per Merano. In questo caso, il tempo di percorrenza si prolunga di circa due ore.

Al Giogo Tasca

Da Maso Corto, vicino alla fermata dell’autobus, imboccare il sentiero n. 5, che porta alla Val di Lagaun. Proseguire sul sentiero archeologico n. 4, che sale in forte pendenza al Giogo Tasca. Scendere quindi lungo il percorso n. 5. Dopo aver raggiunto la malga Bergl, si oltrepassa la Val di Lagaun e si rientra al punto di partenza.

Alta via di Pinalto

Dal santuario di Madonna di Senales, seguire il sentiero n. 19 in direzione della malga Lafetz, fino a incrociare, sulla sinistra, l’inizio del percorso 22. Seguire quest’ultimo, salendo fino al monte Geigerkofel. Procedere lungo la cresta in direzione sudovest, raggiungendo la malga di Pinalto. Si esce quindi dalla valle sul sentiero n. 20 (sentiero archeologico A5), che porta a Certosa. Da qui si rientra a Madonna di Senales con il bus di linea o a piedi, seguendo il sentiero n. 21 (1,5 ore di cammino).

Al luogo di ritrovamento di Ötzi

Dal lago artificiale di Vernago, seguire sempre l’indicazione per il “Rifugio Similaun” oltrepassando il maso Tisa. Il sentiero n. 2 vi porterà, in parte lungo alcuni tornanti, fino al Rifugio Similaun al Giogo Basso. Da qui, dopo circa un’ora di cammino, si arriva al luogo di ritrovamento di Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio, contrassegnato da una stretta piramide di pietre e da un’iscrizione. Si rientra lungo lo stesso percorso. E a proposito: il Rifugio Similaun offre circa 100 posti letto.

Le gite in bicicletta e mountainbike

Al Rifugio Lazaun

Dal lago artificiale di Vernago, seguire con la bicicletta la strada che porta a Maso Corto. Da qui, continuare in direzione della funivia di Lazaun, attraversando il ponte di legno e proseguendo su un bel percorso ghiaioso sino al Rifugio Lazaun, a 2.427 m di quota. Si rientra lungo lo stesso percorso.

Alla malga Klosteralm

Dal parcheggio in prossimità di Certosa, si sale seguendo sempre l’indicazione Klosteralm. Dopo il secondo parcheggio si arriva a una sbarra. Da qui si procede lungo la forestale per circa 50 m, curvando poi a sinistra al bivio successivo. Salire su questo percorso lungo e ripido fino al confine del bosco e alla malga Klosteralm, a 2.152 m di altitudine. Si rientra al punto di partenza lungo lo stesso percorso.

Alla malga Penauder

Dalla fermata d’autobus di Certosa, seguire la strada asfaltata fino sopra il paese. In corrispondenza del piccolo parcheggio, oltrepassare la sbarra e proseguire sulla destra lungo la strada forestale, inizialmente in lieve pendenza, e poi su un tratto più pianeggiante. Attraversando la valle Pinalto, si sale alla malga di Pinalto, situata a 2.323 m di quota. Si rientra lungo lo stesso percorso.

Alla malga Mairalm

Da Monte Santa Caterina (per arrivare fin qui si può eventualmente percorrere la strada principale), seguire la strada asfaltata fino al maso Schrofl. Da questo punto in poi, una strada forestale conduce alla malga Mairalm. Si rientra lungo lo stesso percorso.

Maso Corto – Giogo Alto – Vent – Rifugio Similaun – Vernago

Un tour in mountain bike molto impegnativo, ma comunque splendido. Da Maso Corto, si sale con la funivia fino alla stazione a monte. Si segue quindi un sentiero molto sassoso fino al Rifugio Bellavista, per poi continuare sul Single trail (in alcuni tratti si dovrà scendere dalla bicicletta) fino al Giogo Alto. La strada porta poi in direzione di Vent, e da qui al Rifugio Martin Busch. Seguendo il trail si arriva al Rifugio Similaun (salendo al Giogo Basso si incontrano lunghi tratti dove occorre procedere a piedi, spingendo la bicicletta). La discesa attraverso la Valle di Tisa in direzione di Vernago è molto impegnativa e riservata esclusivamente ai più allenati. Anche qui si dovrà scendere dalla bici per il primo tratto.

I comprensori sciistici

Area sciistica Merano 2000

Stagione: 05.12.2020 – 05.04.2021
km piste: 40
Impianti: 7

Distanza da Madonna di Senales:  40,4 km

Area sciistica Schwemmalm

Stagione: 05.12.2020 – 11.04.2021
km piste: 25
Impianti: 7

Distanza da Madonna di Senales:  59,8 km

Area sciistica Monte San Vigilio

Stagione: 25.12.2020 – 07.03.2021
km piste: 5
Impianti: 4

Distanza da Madonna di Senales:  37,6 km

Area sciistica Plan Val Passiria

Stagione: 05.12.2020 – 11.04.2021
km piste: 18
Impianti: 4

Distanza da Madonna di Senales:  66,3 km

Area sciistica del ghiacciaio di Senales

Stagione: 18.09.2020 – 02.05.2021
km piste: 35
Impianti: 11

Distanza da Madonna di Senales:  9,9 km

Gli eventi top nella Valle Senales e nei dintorni

Ötzi Alpin Marathon

Quando: 24.04.2021

La pecora della Val Senales – specialità culinarie

Quando: 04.09. – 28.09.2020

Long Night nel Archeoparc Val Senales

Quando: 13.06. + 06.09.2019

Tradizionale transumanza in Val Senales

Quando: Giugno e settembre 2020

Serate Tirolesi

Quando: 04.09.2020

Ötzi Glacier Tour

Quando: Martedì

Transumanza delle pecore – il ritorno

Quando: 12.09. + 13.09.2020

Festa dell’Uva a Merano

Quando: 16.10. – 18.10.2020 (senza corteo)

Giornate del Riesling Naturno

Quando: 17.10. – 22.11.2020

Mercatino di Natale a Merano

Quando: 27.11.2020 – 06.01.2021

Che ne dite di scoprire cosa pensano gli ospiti della Val Senales?

Vacanze fantastiche. La Funivia del Ghiacciaio della Val Senales era aperta anche d’estate. Ci torneremo forse in febbraio per sciare.

Andrea, Elena e Jacopo, Novara

Semplicemente stupendo - possiamo solo che consigliarlo. La Val Senales è meravigliosa.

Famiglia Greco, Bassano del Grappa

Siamo una famiglia di escursionisti con due bambini di 12 e 14 anni, altrettanto entusiasti di fare escursioni. E quindi è stato il massimo.

Michele, Anna, Filippo e Viola - Bergamo

Mille e una curiosità sulla Val Senales
che vi torneranno sicuramente utili:

  • Quanto dista la Val Senales da Merano?

    Il capoluogo della valle, Madonna di Senales, dista 31,5 km dal centro di Merano.

  • Il comprensorio sciistico del ghiacciaio della Val Senales è aperto anche d’estate?

    No. L’area sciistica è sempre aperta da metà settembre fino a fine maggio.

  • Che cos’è la transumanza?

    La transumanza è una migrazione stagionale del bestiame. Una delle più grandi e antiche transumanze di pecore si svolge proprio in Val Senales, da dove ogni anno circa 3000 – 4.000 capi vengono guidati verso i pascoli estivi di Vent, nella Ötztal.

  • Presso il ghiacciaio della Val Senales c’è una pista facile per i più piccoli?

    Sì, certo. Per muovere i primi passi sulla neve sono particolarmente adatte le piste della cabinovia Lazaun e dello skilift Glocken. E poi c’è il paradiso dei più piccoli, il Kinderland! Con tappeti magici e un carosello sugli sci.

  • Che cosa sono le Ipotsch?

    Le Ipotsch sono pantofole in feltro prodotte in Val Senales. La lana utilizzata per questa pantofola è ricavata esclusivamente dalle pecore della Val Senales. Le pantofole Ipotsch si distinguono per un equilibrio termico ottimale. Provate il piacere di sentire i piedi gradevolmente caldi tutto l’anno.

Altri spunti interessanti sulla Val Senales …