Vi presentiamo: il giardino più bello d'Italia

Meravigliosamente unici, i Giardini di Castel Trauttmansdorff, sono l’attrazione per eccellenza della città termale di Merano. Insieme al Museo di Ötzi (l’uomo venuto dal ghiaccio) di Bolzano, sono tra i luoghi più visitati dell’Alto Adige e una delle mete turistiche più apprezzate da persone di ogni età.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in numeri

  • Lo spazio: 12 ettari / dislivello di 100 metri / 2 punti panoramici
  • 83 ambienti botanici / 20 giardini tematici / 4 aree tematiche
  • 5.800 specie di piante / 4 percorsi ad anello / 3 sentieri panoramici
  • 7 km di sentieri adatti per passeggino e accessibili con sedia a rotelle
  • Fauna nei giardini: Ara e anatre, conigli, serpenti e tanto altro ancora
  • Visite guidate, eventi e riconoscimenti importanti
  • Più di 100 dipendenti durante la stagione
  • Avvio dei lavori: 1994 / tempo di costruzione 7 anni / apertura 16 giugno 2001
I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Dove si trova il Castel Trauttmansdorff?

Castel Trauttmansdorff e i Giardini di Castel Trauttmansdorff si trovano nella parte orientale di Merano, precisamente nel quartiere Maia Alta. L’omonimo castello (menzionato per la prima volta in un documento nel 1327) è situato proprio all’interno dei giardini botanici.

Come arrivare e dove parcheggiare

Provenendo da Bolzano o dal passo di Resia, percorrere la superstrada MeBo fino all’uscita Sinich/Sinigo, proseguire verso il centro di Merano e alla seconda rotonda prendere la prima uscita verso Scena. Proseguendo per 2 km si arriva al parcheggio dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, dove ci sono 345 posti auto a pagamento. Inoltre, sono disponibili anche parcheggi per i pullman e per i disabili. In alternativa, è possibile parcheggiare gratuitamente nel primo parcheggio P3, un po’ più distante.
È molto semplice raggiungere i Giardini di Castel Trauttmansdorff anche con i mezzi pubblici: dalla stazione di Merano prendere il bus della linea 4 o 1B per i Giardini.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff
attraverso le stagioni

In primavera

Il clima mediterraneo di Merano dice già tutto: già all’inizio di aprile qui potete passeggiare sotto gli splendidi ciliegi in fiore con il tiepido sole primaverile ad accarezzarvi il viso. In questo periodo, ci sono molti punti dove poter ammirare la fioritura, specialmente nei giardini botanici. Ogni anno più di 200.000 tulipani dei colori dell’arcobaleno fanno bella mostra di sé, insieme a narcisi, peonie, fiori di ciliegio, camelie, rododendri, cespugli fioriti e molte altre meraviglie floreali…

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in primavera

In estate

Rose a non finire – in estate sono le protagoniste assolute dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Inoltre, nel e attorno al laghetto delle Ninfee si possono ammirare prati fioriti, profumati cespugli di lavanda ed esotici fiori di loto. Da non perdere in estate: circa 280 varietà di ortensie in fiore.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in estate

In autunno

In prossimità della cosiddetta Estate di San Martino i Giardini si tingono di vivaci colori autunnali: rosso, giallo, arancione a perdita d’occhio, a cui si alternano numerose piante sempreverdi, settembrini variopinti e frutti stagionali. Chiunque abbia già visitato i Giardini in autunno, vorrà godersi questa splendida tavolozza di colori una seconda volta e, perché no, magari anche una terza.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in autunno

In inverno

Nel tardo autunno, tornano il silenzio e la pace in uno dei giardini più belli d’Italia. I Giardini chiudono ogni anno il 15 novembre, ma gli operatori continuano il loro lavoro dietro le quinte. Questo tempo viene sfruttato per rinnovare le singole aree dei giardini, sistemare i sentieri e a studiare la resistenza di alcuni esemplari di piante al gelo invernale.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in inverno

Alloggi nei pressi di Merano

Le aree tematiche & il mondo di emozioni

I giardini del sole

Inconfondibile è l’influenza mediterranea nei giardini, con la presenza di olivi, cipressi, pini, agavi, la Terrazza della Limonaia e cactus. Una chicca del giardino: la pianta d’ulivo di 700 anni proveniente dalla Sardegna.

I boschi del mondo

Rinfrescante nelle calde giornate estive: l’area denominata “I Boschi del Mondo”, dove troverete i boschi del Nord e Sudamerica e dell’Asia orientale. Da vedere in quest’area: il Bosco di bambù, la Valle delle Felci e il Giardino Giapponese.

I giardini acquatici e terrazzati

A Trauttmansdorff ci sono i meravigliosi Giardini Acquatici e Terrazzati collegati da corsi d’acqua e varie scalinate. Qui colpiscono il romantico Laghetto delle Ninfee, il Labirinto, il Palmeto e il Giardino dei Sensi.

I paesaggi dell’Alto Adige

Naturalmente, nei Giardini di Castel Trauttmansdorff hanno il loro posto anche le colture tradizionali dell’Alto Adige. Qui si trovano tra l’altro il Vigneto, il Frutteto con varietà di mele e pere autoctone, l’Orto di montagna e il Bosco Ripariale.

La grotta

Come è nata la vita sulla Terra? Un emozionante show multimediale con tanto di fulmini e tuoni fornisce interessanti informazioni. La relativa grotta si trova nell’area Boschi del Mondo.

Il regno sotterraneo delle piante

Inaugurato nel 2011, il Regno Sotterraneo delle piante è un’installazione davvero unica nel suo genere. Un percorso multimediale lungo 200 m conduce attraverso tracciati sotterranei direttamente nella vita sotterranea delle piante.

La serra

Nella Serra con Terrario nell’area Boschi del Mondo invece, si possono trovare piante tropicali come curcuma, pepe o piante profumate, un terrario con piccoli animali provenienti da tutto il mondo come le formiche tagliafoglie (Atta) e numerosi esemplari di orchidee.

Il giardino degli Innamorati

Il “Giardino degli innamorati” è una suggestiva area tematica dedicata all’amore, con angoli nascosti, opere d’arte e citazioni letterarie. Da vedere in quest’area: i tre padiglioni.

Mosaico geologico, ponte delle avventure & i suoni del legno

Particolarmente interessante per i bambini: il Mosaico geologico, il ponte delle avventure nel Bosco Ripariale e i Suoni del Legno e il gioco alla scoperta delle diverse varietà di legno.

L’alveare, orologio delle libellule & roccia sonora

L’Alveare (un alveare dove si può entrare), l’Orologio delle libellule con tante informazioni sulle diverse specie di questo insetto in Alto Adige e la Roccia Sonora entusiasmeranno grandi e piccini.

Fauna nei giardini

E non possono mancare numerosi animali tra cui: pappagalli, conigli, anatre, carpe, pavoni, il diamante mandarino (una specie di passero), le pecore Racka – e direttamente dallo zoo alpino di Innsbruck anche i serpenti – quest’ultimi, ovviamente, nella loro teca.

Padiglioni artistici

Padiglioni artistici

Attrazioni speciali: i dieci Padiglioni Artistici, che combinano in modo unico natura e cultura nei Giardini. Questi padiglioni molto speciali invitano gli ospiti a soffermarsi.

Binocolo di Matteo Thun

Vedere lontano ma in profondità. Dal Binocolo di Matteo Thun si può non solo vedere molto lontano ma anche in profondità, perché la spettacolare piattaforma panoramica è trasparente al 95%.

La Voliera

La Voliera è la casa di molti pappagalli dai colori sgargianti e si trova nel punto più alto dei Giardini. È completata da una passerella lunga 15 m sospesa nel vuoto – vi sembrerà quasi di camminare nello spazio. Non dimenticate di scattare qualche foto!

Ristorante Schlossgarten & Cafè delle Palme

Con 140 posti all’interno e 200 posti sulla terrazza – il moderno ristorante, situato proprio accanto al castello, non serve solo ottime specialità culinarie e i migliori vini, ma offre anche una splendida vista sul Laghetto delle Ninfee. Accanto al laghetto c’è invece il Caffè delle Palme, con 70 posti a sedere, dove si possono gustare piccole specialità regionali, coppe gelato, caffè e dolci.

Piante da tutto il mondo - Giardini di Castel Trauttmansdorff

Il Touriseum
nei Giardini di Castel Trauttmansdorff

Dal 2003 il Museo provinciale del Turismo (in breve Touriseum) ha sede a Castel Trauttmansdorff, dove un tempo soggiornò l’imperatrice Sissi per una vacanza termale. Questa struttura racconta ai suoi ospiti ben 200 anni di storia del turismo alpino. Il tour si snoda attraverso 20 sale, dove i visitatori potranno vedere film, un teatro meccanico e, come attrazione eccezionale del Touriseum, il “Gioco dell’Alto Adige”, un flipper considerato il più grande del mondo. Il flipper, lungo 10 m, è stato realizzato da intagliatori della Val Gardena e accompagna i visitatori in un viaggio divertente ed emozionante alla scoperta dell’Alto Adige.

Touriseum

Le migliori offerte nei dintorni di Merano

I Giardini di Castel Trauttmansdorff
con bambini e seniores

Con bambini e passeggini

Volete visitare i Giardini a Merano con i vostri bambini portandoli sul passeggino? È fattibile? Ma certo che sì! Non ci sono solo fiori da ammirare e annusare, ci sono anche molte attrazioni e giochi per i bambini: il Ponte delle Avventure, la Voliera, il Regno Sotterraneo delle piante, la Grotta con lo Show Multimediale sulla genesi della vita sulla Terra, il gioco Suoni del Legno, numerosi animali, l’area picnic… c’è così tanto da scoprire! Sicuramente, qui avete la possibilità di scattare delle foto meravigliose, e magari le foto più belle potrete inserirle nell’album di famiglia, perché no? Inoltre, quasi tutti i sentieri dei Giardini sono percorribili con il passeggino – quei pochi che non lo sono, sono ovviamente segnalati nella piantina. I Giardini sono a misura di famiglia: infatti i nostri tour guidati sono molto eccitanti e a prezzi accessibili. Per i bambini sotto i 6 anni è previsto l’ingresso gratuito, sono inoltre disponibili anche biglietti famiglia per 2 adulti con bambini/ragazzi sotto i 18 anni e mini biglietti famiglia per ragazzi sotto i 18 anni accompagnati da un solo adulto.

Giardini di Castel Trauttmansdorff con i bambini

Per i seniores

I Giardini di Castel Trauttmansdorff sono una meravigliosa meta turistica anche per gli over 65. Il percorso è strutturato in modo tale che tutte le aree di questo mondo unico e avventuroso si possano raggiungere senza grandi sforzi e le singole stazioni multisensoriali invitano anche i visitatori più anziani a fermarsi e a partecipare alla scoperta di questo luogo meraviglioso. E se siete stanchi, ci sono panchine e punti panoramici per fare una pausa e riposarvi, in modo che la visita non diventi troppo lunga e stancante.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff per gli anziani

Orari di apertura, biglietti di ingresso & prezzi

Orari di apertura

01 aprile – 15 ottobre: giornalmente ore 09.00 – 19.00 (ultimo ingress ore 17.30)
16 ottobre – 31 ottobre: giornalmente ore 09.00 – 18.00 (ultimo ingress ore 16.30)
1 novembre – 15 novembre: giornalmente ore 09.00 – 17.00 (ultimo ingress ore 15.30)

Biglietti di ingresso & prezzi

Che siano biglietti famiglia, biglietti per serate estive, visite guidate dei Giardini: tutti i biglietti sono acquistabili in loco, oppure anche online se volete programmare una gita ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, senza inutili attese alle casse.
La gamma di biglietti è notevole, perché oltre ai classici biglietti per adulti, seniores e giovani, ce ne sono molti altri, come i biglietti per il tardo autunno in novembre, i biglietti per le scolaresche e altri gruppi, i biglietti per tour privati, biglietti combinati per i Giardini e le Terme di Merano oppure per i Giardini e la funivia Ghiacciai Val Senales.
A proposito: i biglietti online sono validi per un anno dalla data di emissione, il che li rende ideali come regalo di compleanno. Potrebbe essere una bella idea, o no?

Altre informazioni interessanti
sui Giardini botanici

  • I cani possono entrare nei Giardini di Castel Trauttmansdorff?

    Purtroppo no, non è consentito portare animali nei Giardini di Castel Trauttmansdorff.

  • Quanto dura in media una visita ai Giardini?

    Servono almeno 3 ore per visitare i Giardini. Noi consigliamo tuttavia 6 ore per vedere tutte le attrazioni con calma. La cosa migliore sarebbe dedicare un’intera giornata alla visita – non ve ne pentirete.

  • Quanto dura una visita guidata ai Giardini Botanici di Castel Trauttmansdorff e quanto costa?

    Nei Giardini di Castel Trauttmansdorff vengono offerte diverse visite guidate. Ci sono dei tour di soli 90 minuti per raggiungere gli angoli più belli, ma anche die tour che durano 2 ore e che sono già molto più estese e informativi. Vengono offerte anche tour privati in giardino, tour per persone con disabilità e tour tematici individuali. I costi dipendono dal tour scelto, quindi variano molto.

  • Qual è il giorno di chiusura dei Giardini di Castel Trauttmansdorff?

    Non c’è un giorno di chiusura nei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Sono aperti dal 1° aprile al 15 novembre.

  • Qual è il periodo migliore dell’anno per visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff?

    Molti direbbero che il periodo migliore è la primavera. Certo, i Giardini sono ricchi di fiori magnifici in primavera – tulipani, narcisi, non ti scordar di me – ma anche l’estate, con le rose in fiore e gli oleandri, non è sicuramente da meno. E non dimentichiamo l’autunno con i suoi colori sgargianti. In realtà dipende dai gusti, la miglior cosa sarebbe visitare i Giardini almeno una volta in ciascuna di queste stagioni.

Informazioni interessanti ...